Visual Storytelling

Ama la tua realtà e raccontala con le immagini.  

  Da sempre l’uomo è abituato a raccontare storie, cambiano solo i mezzi di comunicazione. Una cosa è oramai certa oggigiorno, e per dirla citando Seth Gonding: 

“Il nuovo marketing ha lo scopo di raccontare storie, non di concepire pubblicità”

  Ogni azienda ha una peculiare realtà che, se ben raccontata, è la migliore pubblicità per attirare una clientela sempre più attenta al dettaglio e al “personalizzato”. La realtà, la propria storia, è dunque l’unico modo per scavalcare il banale. Lo Storytelling fotografico, o Visual Storytelling a fini aziendali, è dunque un racconto per immagini che deve illustrare la storia di una attività o di un singolo prodotto. Il progetto fotografico narrativo dovrà obbligatoriamente partire da un’idea: cosa vogliamo trasmettere a chi ci osserva? Definendo una efficace identità visiva, potrai creare dei contenuti pertinenti e rilevanti per il pubblico, per il tuo pubblico. La mia personale passione verso il Visual Storytelling mi ha condotto sempre di  più a concentrarmi verso il settore enogastronomico. Molte aziende vinicole, agriturismi, ristoranti, adottano principi etici di coltura e di scelta di materiali primi, come il biologico, il Km zero, un forte e attento recupero delle proprie tradizioni territoriali ecc. ecc.  Sotto quest’ottica il visual storytelling è una delle vie migliori per veicolare questi messaggi, importanti e condivisi, col fine di fare la differenza nella comunicazione: sono proprio le storie che ci toccano, che ci scuotono o ci rassicurano attraverso l’immedesimazione, la più azzeccata comunicazione per le aziende. Sono le emozioni che innescano i meccanismi di identificazione e di empatia. Quando parlo di Visual Storytelling professionale, indirizzato al puro marketing aziendale, mi riferisco ad un progetto all’interno del quale declinare varie tipologie di servizi fotografici: il reportage, il ritratto, lo still life e la fotografia di paesaggio, la fotografia di interni e anche quella di architetture esterne. In conclusione, grazie al Visual Storytelling il brand, oggi, si “umanizza” e le aziende hanno l’opportunità di raccontarsi (o raccontare la storia di un loro prodotto) generando curiosità, empatia, emozione e coinvolgendo i consumatori in modo attivo.